Roberto My



“A New Life” è il secondo album solista di Roberto My, un'istantanea che racchiude tutte le sfumature policrome di un musicista che ha molte storie da raccontare.

Questa “nuova vita” arriva a 4 anni di distanza dall'esordio “Flares”, album in cui Roberto My ha rinfocolato la sua passione per l'indie rock, ottenendo riscontri molto positivi su riviste specializzate e webzine (Rockerilla, Ondarock, RadioCoop).

8 canzoni e una line-up rinnovata (Kris Toscano alla chitarra elettrica, Fabrizio Marcelli al basso e Niccolò Friz alla batteria, con Roberto alla voce e chitarra elettrica a guidare la band) segnano il passaggio a un songwriting maturo, contraddistinto da melodie a presa immediata (Every Day, un brano che può far pensare ai riff tipici dei Dinosaur Jr.), tinte noir tra Nick Cave e Afghan Whigs (In My Bed), richiami tropicalisti (la title track), atmosfere eteree (la ballad psichedelica Sea of Quietness) ed echi di band come Grant Lee Buffalo, Karate, Dream Syndicate, in equilibrio fra tentazioni pop e sonorità più aspre.

La produzione, come per l'album precedente, è opera di Danilo Silvestri, il fonico/produttore dei Giuda.

“A New Life” ora è qui, pronta a fare breccia fra i cuori di chi, nonostante tutto, crede che la musica ci salvi l'anima. Sempre.

PRESS-REVIEW "A New Life"

FRESH START OPEN Puntata 212

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -



La passione per la musica ti fa fare di tutto e ti rende capace di qualsiasi cosa.

Anche di fare un disco d'esordio solista a più di dieci anni di distanza dall'ultimo disco della tua band.

È quello che succede a Roberto My, che con l'album “Flares” (in uscita per I Dischi del Minollo il 7 dicembre in anteprima sulle piattaforme digitali e dal 18 gennaio in tutti i negozi di dischi), incomincia un nuovo percorso, sulle tracce di quello che un tempo era definito indie-rock: chitarra, basso, batteria e soprattutto elettricità.

La storia di Roberto My inizia negli anni '90, quando fonda i Volcano Heart, band indie-psych-rock che ha realizzato 2 demo (il secondo è stato demo del mese per Rumore di novembre 1996), partecipazioni a compilation di culto (“Metal Machine Muzak” della label Gamma Pop, insieme a Massimo Volume, Cut, Ulan Bator e Three Second Kiss, tra gli altri), un album omonimo autoprodotto nel 2002 e un Ep, “Afternoon Pleasures”, uscito nel 2005.

Dopo lo scioglimento dei Volcano Heart, My intraprende la carriera solista e si cimenta nella rilettura di alcune canzoni del gruppo in chiave semi-acustica. Da qui nasce la voglia di scrivere pezzi nuovi e di tornare a suonare con una band.

“Flares” rappresenta un nuovo inizio per Roberto, che in questo album sperimenta nuove soluzioni sonore e dà forma compiuta alle sue idee.

Questo disco rispecchia le sue passioni musicali (Dinosaur Jr, Afghan Whigs, Neil Young), racchiuse in 6 pezzi dalle molteplici influenze eppure del tutto personali e riconoscibili.

Ad accompagnarlo in questo viaggio c'è la sua nuova band, composta da Micol Del Pozzo al basso e Pasquale Montesano alla batteria, più un paio di ospiti (Federico Festino dei danesi Me After You, al piano elettrico e Gianluca Varone al sax tenore).

“Flares” si avvale del sapiente lavoro di produzione, registrazione e missaggio di Danilo Silvestri, il fonico/produttore dei Giuda, ed è stato realizzato nel suo studio di Roma, il Green Mountain Audio.

[info e contatti]

https://www.facebook.com/RobertoMyBand/

PRESS-REVIEW

INTERVISTA TRAKS

INTERVISTE



FRESH START Puntata 27